Il mercato del lavoro

Opportunità di lavoro in Francia

Come in molti paesi europei, in Francia la maggior parte dei lavori si trova nel settore sei servizi. Il resto si divide tra 27% nel settore dell’industria e 5% in quello agricolo.

In Francia ci sono circa 700.000 europei e 800.000 non europei tra i lavoratori immigranti. Il 44% della forza lavoro sono donne. La disoccupazione si aggira sul 9-11% (approssimatamente 4% è disoccupazione a lunga durata). I motivi della disoccupazione vanno cercati maggiormente nel declino dei settori manufatturieri e industriale perchè la mano d’opera cara li rende poco competitivi.

La Francia ha un sistema di previdenza sociale molto generoso, aiutato da alte tasse. Ci sono inoltre giorni festivi obbligatori e salario minimo stabilito. In molte organizzazioni, soprattutto pubbliche o ex-pubbliche, ci sono sindacati che rendono difficili i cambiamenti, specialmente quando si tratta di tagli al personale.

Sindacati ed ore lavorative

Nonostante il numero dei sindacati in Francia sia diminuito, le manifestazioni e gli scioperi nel settore dei trasporti sono ancora comuni. Questo è dovuto, a detta di molti, alla mancanza di creazione di posti di lavoro e ad un mercato di lavoro rigido.

Molti anni fa, venne introdotto il sistema di 35 ore lavorative a settimana, al fine di aumentare i posti di lavoro. È obbligatorio in alcuni settori e tipi di aziende, anche se sembra che l’amministrazione attuale sia più flessibile e stia smantellando parte della legislatura. Il taglio delle ore per la creazione di posti di lavoro sembra non aver avuto l’effetto desiderato.

Ulteriori letture

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: