L' imposta sul Reddito

Un’introduzione sull' IRPEF

L’Italia presenta un sistema di pagamento sull’imposta del reddito delle persone fisiche (IRPEF), dove l’imposta degli impiegati viene trattenuta alla fonte dai datori di lavoro.

L’imposta annua è la stessa del calendario annuo ed il reddito viene tassato nell’anno in cui il pagamento o il beneficio viene ricevuto. Ciascun individuo viene tassato individualmente e anche se una coppia sposata possa fare una singola dichiarazione dei redditi, questi poi vengono tassati separatamente.

L’imposta sul reddito in Italia è generalmente tra le più elevate dei Paesi dell'Unione Europea e nonostante le aliquote siano state recentemente ridotte, il tasso è ancora sopra la media. D’altra parte, le concessioni d’imposta sono più generose rispetto ad alcuni altri paesi.

Nel caso in cui possiate scegliere il Paese in cui essere tassati, dovreste ottenere un parere da un esperto di imposte internazionali. Trasferendovi in Italia (o in un altro paese) spesso viene offerta l’opportunità di pianificare il tutto dirigendosi verso “una tassa legale favorevole”. Per ottenere il meglio della vostra situazione si consiglia di chiedere dei consigli professionali sulle imposte sui redditi prima di trasferirvi in Italia poiché c'è generalmente un numero di cose che potete svolgere prima, per ridurre la vostra responsabilità fiscale, sia in Italia che all’estero. Per esempio, potete evitare il pagamento di una tassa su un affare all’estero se stabilite sia la residenza che il domicilio in Italia prima di vendere. Tuttavia se vendete una casa situata all’estero dopo aver stabilito la vostra principale residenza in Italia, essa diviene una seconda casa e potrete poi essere responsabili per le imposte sui guadagni di capitale all’estero. Consultate un esperto fiscale che abbia familiarità sia con il sistema di tasse italiane che quelle del vostro attuale paese di residenza. Dovrete avvisare il fisco del vostro paese di residenza precedente che state andando a vivere permanentemente in Italia.

L’evasione fiscale è piuttosto diffusa in Italia, in cui evitare di pagare le tasse è più popolare del gioco del calcio (gli italiani possono non essere campioni mondiali di calcio ma certamente sono campioni come evasori fiscali). I maggiori colpevoli sono gli uomini d’affari ed i lavoratori autonomi ed è comune sapere che gli ispettori delle tasse accettano bustarelle per chiudere un occhio all’evasione delle tasse. Il fisco può stimare il vostro reddito tassabile in base alla ricchezza percepita. Tutti i contribuenti devono elencare (sul modulo “riccometro” di una pagina) i loro possessi e i loro debiti così come case, automobili, barche, motociclette, se si servono di aiuti di domestici, e se hanno dipendenti di membri della famiglia. Questa informazione viene usata per determinare la vostra situazione finanziaria e se siete e se avete diritto a determinati servizi sociali. Quindi se siete milionari e dichiarate un reddito pari a quello dichiarato da una commessa sarebbe consigliabile non vivere in una regia e guidare una Ferrari! Severe sanzioni, comprese elevatissime multe, sono state introdotte per gli evasori fiscali nel 2000.

Ulteriori informazioni relative alle imposte fiscali sul reddito sono disponibili presso l'ufficio del fisco in Italia.

Ulteriori letture

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: