Il costo della vita

Quanto costa la vita a Dubai?

Con i prezzi del mercato immobiliare alle stelle e l'inflazione che si aggira attorno il 10%, è lecito dire che anche a Dubai la vita non è più facile come una volta.

Il costo della vita

L'assenza di un sistema di imposte non aiuta a ridurre i prezzi di alcuni prodotti, come per esempio le automobili; inoltre gli affitti non sono di certo bassi e anche il costo dei prodotti alimentari, specialmente se d'importazione, può mettere in difficoltà più di u consumatore. Se compri cibo o prodotti per la casa di marca e conosciuti a livello internazionale, ti sorprenderai nel constatare che nella maggior parte dei casi il prezzo sarà più alto che nel tuo paese ma, d'altro canto, le alternative locali di qualità e a buon mercato non mancano. Anche i fanatici dei delle grandi firme della moda potrebbero andare incontro a qualche difficoltà a Dubai.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare, dopo l'aumento sconsiderato degli affitti nel 2008, nel 2009 questi potrebbero registrare una diminuzione anche del 50%.

Gli alcolici e i superalcolici, quando si trovano, sono leggermente più cari che in Europa ma i prezzi dei prodotti di elettronica quali televisioni, hi-fi, lettori DVD e macchine fotografiche sono decisamente più bassi perché i dazi imposti sui prodotti d'importazione sono meno pesanti.

Le bollette di acqua, corrente elettrica e gas vengono parzialmente coperte dallo stato che è anche proprietario delle compagnie che forniscono questi servizi (tranne la fornitura di bombole dl gas) a prezzi stracciati, per agevolare la popolazione locale. Quindi, a Dubai, le bollette non rappresentano un incubo come in Europa. La situazione cambia leggermente in estate, quando i climatizzatori funzionanti 24 ore su 24 hanno un impatto notevole sulle bollette della corrente. I nuovi arrivati di solito commettono l'errore grossolano di lasciare l'aria condizionata accesa tutto il giorno. Si tratta di uno spreco d'energia inutile, dato che quando viene attivata rinfresca l'ambiente in pochi minuti.

Uno straniero deve anche tenere conto dei costi delle chiamate internazionali anche, se di solito non sono eccessivi in quanto il governo dubaiano, per promuovere gli scambi commerciali con l'estero, mantiene le tariffe telefoniche piuttosto basse.

Tra il costo e lo stile di vita c'è ovviamente un rapporto di proporzionalità diretta. Durante la discussione di un contratto di lavoro è consuetudine, da parte del potenziale datore di lavoro, redigere una lista che include tutte le spese che il nuovo dipendente potrebbe dover affrontare, in modo che questo possa decidere con più consapevolezza riguardo il suo trasferimento.

Spesa media di una coppia con due figli a carico:

  • Alloggio: un appartamento di due stanze in un quartiere dignitoso ha un costo che varia dai 100.000 dirham ai 140.000 dirham all'anno.
  • Istruzione: l'istruzione superiore ha un costo di circa 40.000 dirham all'anno (le rette variano a seconda dell'istituto per cui in alcuni possono arrivare a 90.000 dirham all'anno). Per quanto riguarda l'istruzione primaria, invece, le rette oscillano tra i 20.000 e i 28.000 dirham all'anno in istituti dove i programmi si basano sul curriculum europeo e gli insegnanti provengono dai vari paesi d'origine degli alunni.
  • Bollette: A seconda delle dimensioni del tuo appartamento, le spesa annuale per corrente ed acqua può oscillare tra 1.2000 e 5.000 dirham, mentre una governante a tempo pieno può costare almeno 12.000 dirham all'anno.
  • Noleggio auto: il costo dell'affitto di un auto è di 1.500 dirham al mese, che implica una spesa annuale 18.000 dirham.
  • Telefono: non viene applicata alcuna tariffa per le chiamate nazionali. Per le chiamate nazionali da cellulari le tariffe sono di circa 15-30 fils al minuto. L'accesso a internet ha un costo mensile di 250 dirham.
  • Assicurazione: il premio dell'assicurazione sull'auto rappresenta circa il 4-7% del valore dell'auto. La quota minima è di 190 dirham che danno diritto a una copertura assicurativa di 50.000 dirham.

L'assenza di un sistema di imposte non aiuta a ridurre i prezzi di alcuni prodotti, come per esempio le automobili; inoltre gli affitti non sono di certo bassi e anche il costo dei prodotti alimentari, specialmente se d'importazione, può mettere in difficoltà più di u consumatore. Se compri cibo o prodotti per la casa di marca e conosciuti a livello internazionale, ti sorprenderai nel constatare che nella maggior parte dei casi il prezzo sarà più alto che nel tuo paese ma, d'altro canto, le alternative locali di qualità e a buon mercato non mancano. Anche i fanatici dei delle grandi firme della moda potrebbero andare incontro a qualche difficoltà a Dubai.

Per quanto riguarda il mercato immobiliare, dopo l'aumento sconsiderato degli affitti nel 2008, nel 2009 questi potrebbero registrare una diminuzione anche del 50%.

Gli alcolici e i superalcolici, quando si trovano, sono leggermente più cari che in Europa ma i prezzi dei prodotti di elettronica quali televisioni, hi-fi, lettori DVD e macchine fotografiche sono decisamente più bassi perché i dazi imposti sui prodotti d'importazione sono meno pesanti.

Le bollette di acqua, corrente elettrica e gas vengono parzialmente coperte dallo stato che è anche proprietario delle compagnie che forniscono questi servizi (tranne la fornitura di bombole dl gas) a prezzi stracciati, per agevolare la popolazione locale. Quindi, a Dubai, le bollette non rappresentano un incubo come in Europa. La situazione cambia leggermente in estate, quando i climatizzatori funzionanti 24 ore su 24 hanno un impatto notevole sulle bollette della corrente. I nuovi arrivati di solito commettono l'errore grossolano di lasciare l'aria condizionata accesa tutto il giorno. Si tratta di uno spreco d'energia inutile, dato che quando viene attivata rinfresca l'ambiente in pochi minuti.

Uno straniero deve anche tenere conto dei costi delle chiamate internazionali anche, se di solito non sono eccessivi in quanto il governo dubaiano, per promuovere gli scambi commerciali con l'estero, mantiene le tariffe telefoniche piuttosto basse.

Tra il costo e lo stile di vita c'è ovviamente un rapporto di proporzionalità diretta. Durante la discussione di un contratto di lavoro è consuetudine, da parte del potenziale datore di lavoro, redigere una lista che include tutte le spese che il nuovo dipendente potrebbe dover affrontare, in modo che questo possa decidere con più consapevolezza riguardo il suo trasferimento.

Spesa media di una coppia con due figli a carico:

  • Alloggio: un appartamento di due stanze in un quartiere dignitoso ha un costo che varia dai 100.000 dirham ai 140.000 dirham all'anno.
  • Istruzione: l'istruzione superiore ha un costo di circa 40.000 dirham all'anno (le rette variano a seconda dell'istituto per cui in alcuni possono arrivare a 90.000 dirham all'anno). Per quanto riguarda l'istruzione primaria, invece, le rette oscillano tra i 20.000 e i 28.000 dirham all'anno in istituti dove i programmi si basano sul curriculum europeo e gli insegnanti provengono dai vari paesi d'origine degli alunni.
  • Bollette: A seconda delle dimensioni del tuo appartamento, le spesa annuale per corrente ed acqua può oscillare tra 1.2000 e 5.000 dirham, mentre una governante a tempo pieno può costare almeno 12.000 dirham all'anno.
  • Noleggio auto: il costo dell'affitto di un auto è di 1.500 dirham al mese, che implica una spesa annuale 18.000 dirham.
  • Telefono: non viene applicata alcuna tariffa per le chiamate nazionali. Per le chiamate nazionali da cellulari le tariffe sono di circa 15-30 fils al minuto. L'accesso a internet ha un costo mensile di 250 dirham.
  • Assicurazione: il premio dell'assicurazione sull'auto rappresenta circa il 4-7% del valore dell'auto. La quota minima è di 190 dirham che danno diritto a una copertura assicurativa di 50.000 dirham.

Ulteriori letture

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: