Domande di lavoro

Come fare bella figura con un'azienda

La tua domanda di lavoro è un vero e proprio “biglietto da visita”, nonché il passaporto che ti serve per un primo contatto con un'azienda. Nota bene che fare domanda per un lavoro negli Stati Uniti non è lo stesso che farlo nel tuo paese d'origine.

Candidature

Come sempre, avere un curriculum buono e ben fatto è essenziale. Stai attento perché il formato tipico del CV americano può essere totalmente diverso da quello del tuo paese, infatti, prima di tutto mette in primo piano l'esperienza di lavoro. Immaginati il CV come un minuto a disposizione per presentare al pubblico te e le tue capacità.

Quindi, se vuoi avere più chances possibili e ricevere una risposta dalla persona che potenzialmente ti assumerà, è meglio seguire strettamente alcune regole e consigli di professionisti del settore.

Assicurati che la tua domanda sia il più completa possibile (lettera di motivazione, CV, copie dei certificati, etc) e che arrivi all'azienda in buone condizioni, perché alle aziende non piacciono le candidature disordinate o fatte male. Non dimenticarti che è sempre la prima impressione quella che conta.

Lettera motivazione

La lettera motivazionale è la tua presentazione, quindi ciò che dà la prima impressione di te. La lettera, così come il tuo curriculum, sono uno strumento essenziale per esprimere le tue intenzioni, le tue esperienze educative e di lavoro e la tua disponibilità a lavorare per un'azienda. Meglio fare una lettera breve, chiara e diretta. Lo scopo di una lettera motivazionale è di convincere la persona alla quale stai scrivendo che sei la persona più adatta al lavoro richiesto. Devi informare, convincere, far conoscere la tua motivazione, spingere il tuo interlocutore a volerti conoscere meglio. E non dimenticarti di aggiungere un tocco personale.

Sentiti libero di parlare delle tue aspettative riguardo il lavoro a cui ti candidi, dimostra che hai le capacità giuste per farlo e, se si presenta l'occasione, spiega perché vuoi cambiare lavoro. In totale, meglio non scrivere più di una pagina, scrivila a mano solo nel caso in cui venga esplicitamente richiesto, e ricordati di controllare bene la grammatica.

Curriculum vitae

Il curriculum vitae parla di te. Semplicità, concisione e precisione sono le parole chiave per un buon CV. Un curriculum americano deve contenere:

Ricorda che un CV americano non è mai più lungo di una pagina. Se hai bisogno di ulteriore spazio puoi aggiungere delle pagine extra, ad esempio per gli obiettivi personali o per le capacità tecniche. Ad ogni modo, il CV deve dare un'idea della persona da una lettura rapida. Ricorda: il tempo negli Stati Uniti è oro e molte aziende devono guardare centinaia di CV prima di selezionare la persona giusta. Un'altra differenza tra America e Europa è che gli americani non mettono né la foto né lo stato civile nel loro CV.

Cerca di concentrarti sulle tue ultime esperienze di lavoro e sulle tue capacità e competenze. Prima elenca i tuoi ultimi lavori e sistemali in ordine cronologico. Costruisci delle frasi brevi, mettendo le cose più importanti all'inizio di ogni sessione. Non usare mai la prima persona per riferirti a te stesso. Ad esempio, invece di scrivere:”ero responsabile delle vendite” scrivi:“responsabile delle vendite”; parla anche dei tuoi successi del tipo:“responsabile dell'aumento di guadagno da 1 milione a 3 milioni” dato che le aziende americane danno molto valore al raggiungimento del successo.

Colloqui

Una volta spedito il tuo CV a un'azienda non aspettare che siano le aziende a chiamarti, sii attivo e fai delle telefonate. Se qualcuno aveva promesso di ricontattarti e non l'ha fatto, non aver paura di richiamarli. È importante essere insistenti.

Se sei fortunato, il prossimo passo per la tua candidatura sarà il colloquio. A meno che tu non abbia fatto domanda per un lavoro particolare presso un'azienda straniera, il colloquio avverrà in inglese, quindi se non sei madrelingua cerca di praticarlo già da adesso.

Essere puntuali è la norma, perché gli americani non vogliono sprecare il loro tempo. Vestiti in modo classico: gli uomini in giacca e cravatta scura, le donne in tailleur o vestito. Informati in anticipo sull'azienda e preparati a parlare delle tue capacità.

I colloqui americani sono quasi sempre formali ed efficienti. Iniziano con una presentazione, una stretta di mano e uno scambio di biglietti da visita. Dopo la presentazione potrebbe seguire una breve conversazione informale. E subito dopo si inizia a discutere di cose serie.

Rispondi alle domande in modo aperto e onesto, sii gentile e non interrompere. Spiega perché sei preparato per quel lavoro e quello che potrai fare per la compagnia. Sentiti libero di fare delle domande su alcuni settori come l'organizzazione del lavoro e sui colleghi.

Dopo un colloquio americano devi spedire una lettera in cui confermi il tuo interesse per quel lavoro. Se verrai assunto, dovrai fare un test anti-droga prima di firmare il contratto, cosa che in Europa verrebbe considerata come una violazione della privacy.


www.justlanded.com © 2003-2021 Just Landed