Quale scuola scegliere

Scuola statale o privata?

Se siete in grado di scegliere tra istruzione statale o privata in Italia e tra scuola italiana o straniera, le seguenti informazioni vi aiuteranno a decidere.

Quale scuola scegliere

Scegliere la lingua di studio è probabilmente una delle decisioni più importanti da fare riguardo il tipo di scuola per i vostri bambini. Come tu e i tuoi figli vedete la possibilità di studiare in italiano? Che lingua è meglio per loro visto da una prospettiva a lungo termine? É disponibile, in Italia, la scuola in cui i corsi sono tenuti nella lingua madre dei tuoi figli?

Le uniche scuole in Italia che utilizzano l' inglese come lingua di insegnamento sono alcune scuole private straniere ed internazionali. Se i vostri figli frequentano qualsiasi altra scuola, devono studiare tutte le materie in lingua italiana. Per la maggior parte dei bambini, studiare in italiano non è poi così impossibile come può apparire a prima vista, in particolare per loro, che, essendo piccoli, di solito si adattano facilmente. L'età critica per l' apprendimento di una lingua straniera è tra i 10 e i 12 anni, dopo di che i bambini tendono a imparare le lingue più lentamente. Negli ultimi anni, le scuole statali italiane hanno fatto un grande sforzo per integrare i bambini stranieri e fornire lezioni intensive di lingua italiana, corsi di recupero e attività culturali.

Tuttavia, alcuni bambini hanno difficoltà di apprendimento, così molti genitori stranieri organizzano lezioni private di italiano, spesso con i figli di altri genitori stranieri nella loro area, o mandano i figli a una scuola internazionale, dove i corsi sono tenuti in lingua inglese e possono imparare l' italiano a un ritmo più piacevole senza pressione.

L' inglese è in genere la seconda lingua insegnata nelle scuole statali in Italia, dove viene introdotta come materia obbligatoria nella scuola primaria e portata avanti per tutta la scuola secondaria. Tuttavia, il livello di istruzione potrà fare ben poco per mantenere la capacità del bambino di leggere e scrivere in inglese, gli studenti italiani sono poco fluenti nel momento in cui lasciano la scuola.

In alcune zone d' Italia, le lingue più comunemente parlate sono il francese e il tedesco e l' italiano è una seconda lingua. In Val d' Aosta si parla anche il francese e in Trentino-Alto Adige il tedesco, per cui si insegnano programmi per le scuole in due lingue e il bi-plurilinguismo è spesso un prerequisito per un’ occupazione futura. Altre lingue minoritarie, tra cui lo sloveno, l’ albanese e il greco, possono essere inserite nel curriculum scolastico se c'è una domanda sufficientemente alta da parte dei genitori.

Ulteriori considerazioni

Si dovrebbe anche prendere in considerazione quanto segue:

  • L’ istruzione pubblica è percepita come di norma uguale o superiore all’ istruzione privata, e in generale i genitori italiani mandano i loro figli in scuole private solo per motivi religiosi o per ottenere un aiuto supplementare che manca in una scuola statale.
  • A causa della lingua (vedi sopra) e altri problemi di integrazione, l’ iscrizione di un figlio in una scuola statale italiana è consigliata solo se si ha intenzione di soggiornare per almeno un anno, in particolare per i figli adolescenti che non parlano correntemente in italiano. Se siete incerti sul tempo in cui vi fermerete in Italia, è probabilmente meglio soggiornare un pò prima.
  • L' area in cui si sceglie di vivere può influenzare la scelta della scuola. Ad esempio, le scuole statali possono dare la preferenza ai bambini che vivono localmente mentre le scuole internazionali (dove il programma è in lingua inglese) tendono a essere situate all'interno o in prossimità delle grandi città. I bambini di solito frequentano asili locali e le scuole elementari, anche se il calo della natalità in Italia ha portato alla chiusura di molte scuole nelle zone rurali, con il risultato che i bambini devono recarsi al paese più vicino o più grande per frequentare la scuola, (a volte è molto distante) soprattutto quella secondaria.
  • Dove si prevede di andare dopo aver lasciato l' Italia potrebbe essere una scelta importante per quanto riguarda la lingua dei vostri bambini, delle lezioni e del sistema di istruzione. Considerate quanti anni avranno i vostri bambini quando si prevede di lasciare l' Italia e quali piani si possono avere per la loro formazione continua.
  • L’ età attuale dei vostri figli e il livello di istruzione influiscono sulla facilità con cui si inseriscono in una scuola privata o il sistema scolastico pubblico italiano. Più giovani sono, più facile sarà inserirli in una scuola adatta.
  • Considerate se i vostri bambini hanno bisogno del vostro aiuto durante i loro studi e, soprattutto, se siete in grado di aiutarli, in particolare con l’ italiano. È tutorato speciale o supplementare disponibile in italiano e in altre materie, se necessario?
  • Confrontate le ore di lezione e i periodi di vacanza. Le scuole statali generalmente hanno lezioni obbligatorie di sabato mattina. Le vacanze scolastiche e gli orari di lavoro quanto e come influenzano la tua famiglia e il tempo libero?
  • Se la religione è un aspetto importante nella scelta della scuola, tenete a mente che in Italia ci sono pochissime scuole private in cui si accettano studenti non cattolici.
  • Tutte le scuole statali italiane sono co-educative, quindi se volete che i vostri figli frequentino classi di soli ragazzi o sole ragazze, non hai alternative se non mandarli in una scuola privata.
  • Scopri se la scuola ha buoni risultati accademici.
  • Chiedete quanto siano grandi le classi in rapporto agli alunni: le scuole statali contengono un massimo di 25 bambini per classe.

Considerate anche le prospettive di istruzione secondaria e gli ulteriori tipi di istruzione in Italia (o in un altro paese) e se gli esami italiani vengono riconosciuti nel proprio paese d' origine o nel paese in cui avete intenzione di vivere dopo aver lasciato l' Italia. Se né le scuole statali né quelle private corrispondono ai vostri criteri, decidete se e in quale paese mandare i vostri figli.

Ottenete i pareri e consigli di altri che hanno dovuto affrontare le stesse decisioni e gli stessi problemi, e raccogliete informazioni da più fonti possibili prima di prendere una decisione. Parla con gli insegnanti ed i genitori dei bambini che frequentano le scuole sulla tua lista. Infine, la maggior parte dei genitori discutono sulle possibili alternative con i loro figli prima di prendere una decisione.

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: