Scuole statali in Francia

Metodi d'insegnamento, iscrizione e vacanze.

Gli istituti finanziati dallo stato vengano chiamati scuole statali (école publique), il termine "statale" è stato usato invece di "pubblico" in questa guida per evitare confusione, poichè "scuola pubblica" nel Regno Unito è una scuola privata a pagamento.

Scuole statali in Francia

Il sistema educativo pubblico in Francia presenta delle profondedifferenze rispetto al sistema britannico e a quello statunitense,soprattutto per quanto riguarda l'istruzione secondaria.

Il Ministro dell'Istruzione, dei Giovani e dello Sport gestisce ilsistema scolastico francese secondo cui il paese viene diviso in 28regioni o distretti (académies), ognuno dei quali è compostoda vari départements controllati da un sovrintendente(recteur) connesso ad almeno un'università.

Le académies stabiliscono il curriculum e gli esami (ledomande degli esami nelle scuole di una certa académie hannole stesse domande), e l'alto livello di verifica assicura unacerta uniformità tra le varie regioni. Sebbene lo stato finanzi granparte del sistema scolastico francese, negli ultimi anni questo onereè stato gradualmente passato alle regioni (per i lycées) eai dipartimenti (per i collèges).

I bambini, di solito, frequentano la scuola più vicina a casa, maquando approdano alle scuole superiori, spesso si devono spostare.Una delle conseguenze dello spopolamento delle zone rurali è statala chiusura di molte scuole. Così molti studenti si sono trovati adover coprire distanze considerevoli ogni giorno per poterfrequentare il proprio istituto, anche se in molte zone èdisponibile un servizio di trasporto scolastico molto efficente.

 Attività extracurriculari inFrancia

Una critica che spesso gli stranieri fanno al sistema scolasticofrancese è la mancanza di attività extracurriculari come: sport,musica, recitazione, arte e artigianato. Secondo un recente rapportostilato dal Mistero dell'Istruzione, il 60% degli alunni non hanno lapossibilità di accedere alle strutture sportive e il 25% dellescuole dispongono di strutture inadeguate. Gli istituti francesi nonorganizzano gruppi che si dedicano ad attività extrascolastiche osportive; se desideri che tuo figlio pratichi uno sport dovraiiscriverlo in una struttura privata che ti costerà tra i €150 e i€200 all'anno. Questo implica che dovrai accompagnare tuo figlioper portarlo a partite o altri eventi.

Comunque, anche se non compaiono nel curriculum scolastico, lenumerose associazioni sportive organizzano diverse attività (p.es.Écoles Municipales de Sport), soprattutto sportive ma anchericreative. Le quote d'iscrizione sono minime e le attività sisvolgono dopo l'orario scolastico. Alcune di queste organizzazionivendono anche attrezzature sportive di seconda mano. Un'altra peccadel sistema scolastico francese è che fa uno scarso uso di computere nuove tecnologie.

Il lato positivo è che i bambiniapprendono la calligrafia (quella francese potrebbe essere moltodiversa da quella a cui i tuoi figli sono abituati), la grammatica(ogni bambino conosce la differenza tra un complemento diretto e unoindiretto!), filosofia ed etica, civiltà e conservazionedell'ambiente. In più , invece delle attività extra curriculari,sono stati istituiti dei “gruppi avventurieri” alle elementari eun'idea squisitamente francese: la “settimana della degustazione”ad Ottobre in cui i piccoli francesi vengono iniziati al mondo del“bon goût”!

 Strutturadel sistema scolastico francese

La struttura del sistemascolastico francese è diverso dai sistemi: britannico estatunitense. In effetti, è quasi l'opposto del sistemastatunitense. Nota che il numero di classi nelle scuole statalifrancesi differisce considerevolmente dai sistemi: statunitense ebritannico. Il sistema francese è quasi l'esatto contrario delsistema statunitense. Invece di contare da 1 a 12 i francesi inizianocon l'11ª classe (grado) all'età di 6 anni e finiscono la primaclasse, seguita dalla classe terminale, cioèl'ultimo anno della scuola superiore secondaria (lycée) ai 17o ai 18 anni. Se gli studenti vengono bocciati alla scuolasecondaria, spesso gli viene fatto ripetere l'anno (redoubler),anche se ciò è raramente il caso delle scuole materne e primariegrazie all'introduzione di un sistema di cicli più flessibili.

Se hai preso la decisione dimandare tuo figlio in una scuola statale, devi attenerti a questadecisione per almeno un anno per potergli dare una valutazioneimparziale. Potrebbe essere necessario così tanto tempo affinchè unbambino si adatti a una nuova lingua, a un cambio contestuale e a undifferente piano di studi. Le scuole statali hanno speciali sezionidi educazione (sections d’education spéciale/SES) perbambini con difficoltà di apprendimento dovute a problemipsicologici, emozionali o comportamentali o per alunni conun'apprendimento lento. Coloro che hanno difficoltà con illinguaggio, possono avvalersi di un orthophoniste, unospecialista che tratta tutti i tipi di problemi di pronuncia e dilinguaggio. Se hai bisogno di cambiare scuola a tuo figlio, deviottenere un certificat de radiation da parte della scuolaattuale.

 Iscrizione

Gli alunni sono obbligati a frequentare istituti situati a non piùdi una certa distanza dal luogo in cui vivono, quindi se hai qualchepreferenza rispetto all'istituto che tuo figlio frequenterà, cercauna sistemazione nei paraggi ( anche se l'assegnazione degli istitutiai territori cambia periodicamente).

È possibile fare una richiesta (dérogation) perchè tuofiglio frequenti una scuola diversa da quella che gli è stataassegnata, ma devi fornire delle valide motivazioni (hai un altrofiglio che frequenta un altro istituto) affinché la tua richiestavenga accettata. Il trasferimento dev'essere approvato dai directeurs di entrambe le scuole.

Puoi trovare informazioni utili sugli istituti di una zona inparticolare presso lo sportello d'informazione scolastica (servicedes écoles) presente in ogni municipio. Se preferisci sistemarela questione “scuola” prima di trasferirti, puoi scrivereall'Inspecteur d’Académie del département in cuiandrai a vivere, specificando l'età del bambino, le esperienzescolastiche precedenti e il suo livello di francese.

Per iscrivere tuo figlio presso una scuola francese dovraicompilare un documento d'iscrizione (dossier d’inscription)presso il tuo municipio (per le scuole elementari) o presso ilrectorat (per la scuola secondaria) e fornire la seguentedocumentazione. In seguito ti verrà rilasciato un modulo che dovraiconsegnare presso la scuola.

  • Il certificato di nascita o il passaporto di tuo figlio, con traduzione giurata al francese (se necessario). Se tuo figlio è nato in Francia, devi presentare anche il tuo stato di famiglia (livret de famille) o il certificato di nascita (extrait de l’acte de naissance).
  • Prova d'immunizzazione. In Francia, i vaccini devono essere documentati in un libretto sanitario (carnet de santé), che viene rilasciato ai genitori alla nascita del bambino. Quando arriverai in Francia, ti verrà rilasciato un carnet de santé dal tuo mairie per tutti i tuoi figli in età scolastica.
  • Prova di residenza: bollette della corrente o del telefono. Se non sei in possesso di bollette intestate a te, puoi utilizzare una ricevuta d'affitto, leasing o la prova che possiedi una proprietà (attestation d’acquisition).
  • Se tuo figlio arriva da un'altra scuola francese, gli verrà consegnato un certificat de radiation dall'istituto precedente.
  • Prova d'assicurazione.

 Orario scolastico

Molte scuole pubbliche hanno adottato la settimana di quattrogiorni (semaine de quatre jours), in cui il mercoledì èlibero (un'usanza che risale a quasi 100 anni fa, all'epoca dellaseparazione tra stato e chiesa, quando fu stabilito che i genitorifossero i responsabili dell'educazione religiosa dei figli e ilmercoledì era il giorno preposto a questo scopo) e le ore di lezionein meno dovute al fatto che anche il sabato è libero vengonocompensate con periodi di vacanza più corti (opzione moltoapprezzata dai genitori), anche se la maggior parte dei collègesimpartiscono a lezioni anche il mercoledì.

I cambiamenti sono ufficiali, anche se in alcuni départementssi tengono ancora lezioniil sabato mattina, alleelementari, mentre nella zona di parigi l'orario scolastico ècambiato a una settimana di cinque giorni nel 2002. Contatta ildipartimento dedicato all'istruzione o il comune che ti sono statiassegnati per avere più informazioni al riguardo.

L'orario scolastico varia. L'orario degli asili va dalle08.30/09.00 alle 11.30/12.00 e dalle 13.30/14.00 alle 16.30 circa.Sia la mattina sia il pomeriggio è previsto un intervallo di 15minuti circa. Per quanto riguarda le elementari, la settimanascolastica è di 26 ore e le lezioni di solito vanno dalle 08.30 alle11.30 e dalle 13.30 alle 16.30. Le scuole secondarie hanno il piùalto carico orario. In un collège, gli studenti frequentanola scuola 27 o 28 ore alla settimana, mentre in un lycée da30 a 36 ore (a seconda del tipo di lycée). L'orario di unlycée di solito vadalle 08.00 alle 12.00 e dalle14.00 alle 17.00, sebbene inalcuni istituti iniziano alle 09.00 e finiscono alle 18.00. Sia alcollège sia al lycée, gli alunni sono obbligati arimanere a scuola anche se non hanno lezione.

La maggior parte delle scuole hanno un bus (gratuito), che va aprendere i bambini dalle regioni periferiche e li riaccompagna a casaalla fine della giornata. A causa del percorso in più tappe, questospesso grava in modo considerevole sulla giornata scolastica (anchese i bambini si divertono durante il tragitto ed è un buon moto perloro per stabilire amicizie). Molti genitori preferisconoaccompagnare e andare a riprendere da scuola i loro figlipersonalmente o accompagnarli a scuola e permettergli di tornare acasa con il bus. Le scuole statali e le comunità di solitoforniscono un servizio di doposcuola (garderie) per le madriche lavorano, sebbene molte madri che lavorano cercano di avere ilgiorno libero il mercoledì per poter trascorrere del tempo con ipropri figli.

Vacanze

Gli studenti francesi godono del periodo di vacanze più lungo(vacances scolaires) al mondo (117 weekend e feste nazionaliescluse). In media, frequentano le lezioni 160 giorni all'anno, daSettembre fino a Giugno inoltrato, ma in compenso il carico di lavoroè abbastanza gravoso. Le vacanze invernali e primaverili cambiano dacittà a città secondo un sistema organizzato per zone perpermettere alle zone in cui vi sono varie stazioni sciistiche digestire l'arrivo di gruppi di bambini. L'inizio e la fine deitrimestri possono variare a seconda delle circostanze. L'annoscolastico è composto da cinque trimestri, ognuno della durata mediadi sette settimane.

Le scuole rimangono chiuse anche durante le feste nazionali. Lefeste nazionali vengono cumunicate dalle scuole e dalle comunitàlocali con largo anticipo, permettendo così ai genitori dipianificare le loro vacanze. Di solito agli studenti è permessoassentarsi dalle lezioni solo per visite mediche o dentistiche e solose gli insegnanti sono avvisati per tempo.

Alle elementari è sufficiente scrivere una nota all'insegnante,mentre alle superiori l'insegnante deve compilare un modulo ufficialeper le assenze che viene poi consegnato alla direzione scolastica.Per le assenze della durata superiore ai due giorni è necessariopresentare un certificato medico. Se tuo figlio dovesse aver bisognodi cure mediche urgenti durante l'orario scolastico, dovrai firmareun'autorizzazione così come per le gite scolastiche.

Il governo dà istruzioni riguardo l'iscrizione di studentidurante l'ultimo bimestre dell'anno. Queste norme valgono per glistudenti degli istituti professionali, maggiori di 16 anni, ma glistudenti dai 14 ai 15 anni possono richiedere un permesso per potersvolgere attività lavorative “leggere” durante le vacanzeestive.

Spese

L'istruzione è gratuita in Francia, ma il materiale dicartoleria, i libri e le unifirmi devono essere comprati dallefamiglie. Vi sono altre cose fornite dalle scuole nell'educazioneprimaria (dai 6 agli 11 anni) e nei collèges (dai 12 ai 15),anche se la spesa per alcuni libri di testo è ancora a carico dellefamiglie. Nel caso degli studenti dei lycée igenitori si fanno carico delle spese per tutto il materialescolastico. Per gli studenti delle superiori è necessariopresentare alcune foto formato passaporto.

Queste spese potrebbero risultare particolarmente gravose per lefamiglie con basso reddito, anche se c'è la possibilità di faredomanda per delle borse di studio. Le domande devono esserepresentate entro la fine di Marzo per l'anno scolastico successivo. Èanche possibile comprare libri di testo di seconda mano all'iniziodell'anno (bourse aux livres).

Gli alunni delle elementari devono essere dotati dei seguentiarticoli:

  • Zainetto scolastico.
  • Astuccio, matite, pennarelli, articoli di cartoreria vari.
  • Scarpe da ginnastica, un asciugamano e pantaloncini.
  • Sacca sportiva.

Ricorda che gli studenti trasportano una discreta quantità dilibri ogni giorno per poter fare i compiti; assicurati quindi che tuofiglio trasporti il suo materiale in maniera sicura e non dannosa. Alcune scuole dispongono di armadietti ma spesso non sono sufficientia soddisfare i bisogni di tutti gli alunni e in alcuni casi vengonoscassinati.

In alcuni casi le scuole consegnano una lista in cui vieneelencato il materiale necessario per l'anno scolastico (liste desfournitures de rentrée), della lunghezza di tre fogli A4, allafine o all'inizio dell'anno.

Tieni presente, però, che alcuni articoli sono opzionali; se seiin dubbio aspetta l'inizio delle lezioni per verificare quello cheeffettivamente è necessario. Non dimenticare di mettere etichettecon il nome dei tuoi figli su borse, zaini e altro materiale.

All'asilo, i bambini portano una merenda da casa, ma per quantoriguarda il pranzo possono o tornare a casa o mangiare alla mensascolastica dove un pasto costa circa €1.50 e deve essere pagato conun mese d'anticipo. Il costo di un pasto in una mensa varia a secondadella zona, il reddito dei genitori e la distanza tra la casa e lascuola. La spesa per il pranzo nell'istruzione secondaria è di circa€100 a bimestre. Gli studenti che pranzano a scuola vengonochiamati demi-pensionaires, quelli che mangiano a casa propriaexternes. Il pranzo al sacco non è molto comune e in alcuniistituti è addirittura proibito.

Gli studenti devono mangiare tutto quello che gli viene dato inmensa che consta di cinque portate (anche vino per gli insegnanti) epuò durare fino a due ore.

Ad eccezione di poche scuole esclusive, non si usano uniformianche se vi possono essere alcune regole che tutti gli alunni sonotenuti a seguire per quanto riguarda l'abbigliamento. Di recente si èdiscusso sulla possibile introduzione delle uniformi scolastiche perevitare alle famiglie spese inutili. In alcune zone sono molto comunii furti di vestiti firmati quindi gli alunni tendono a non indossarevestiti costosi. Agli studenti non è permesso indossare nessun tipodi simbolo religioso come crocefissi o foulards.

Il sistema educativo pubblico in Francia presenta delle profondedifferenze rispetto al sistema britannico e a quello statunitense,soprattutto per quanto riguarda l'istruzione secondaria.

Il Ministro dell'Istruzione, dei Giovani e dello Sport gestisce ilsistema scolastico francese secondo cui il paese viene diviso in 28regioni o distretti (académies), ognuno dei quali è compostoda vari départements controllati da un sovrintendente(recteur) connesso ad almeno un'università.

Le académies stabiliscono il curriculum e gli esami (ledomande degli esami nelle scuole di una certa académie hannole stesse domande), e l'alto livello di verifica assicura unacerta uniformità tra le varie regioni. Sebbene lo stato finanzi granparte del sistema scolastico francese, negli ultimi anni questo onereè stato gradualmente passato alle regioni (per i lycées) eai dipartimenti (per i collèges).

I bambini, di solito, frequentano la scuola più vicina a casa, maquando approdano alle scuole superiori, spesso si devono spostare.Una delle conseguenze dello spopolamento delle zone rurali è statala chiusura di molte scuole. Così molti studenti si sono trovati adover coprire distanze considerevoli ogni giorno per poterfrequentare il proprio istituto, anche se in molte zone èdisponibile un servizio di trasporto scolastico molto efficente.

 Attività extracurriculari inFrancia

Una critica che spesso gli stranieri fanno al sistema scolasticofrancese è la mancanza di attività extracurriculari come: sport,musica, recitazione, arte e artigianato. Secondo un recente rapportostilato dal Mistero dell'Istruzione, il 60% degli alunni non hanno lapossibilità di accedere alle strutture sportive e il 25% dellescuole dispongono di strutture inadeguate. Gli istituti francesi nonorganizzano gruppi che si dedicano ad attività extrascolastiche osportive; se desideri che tuo figlio pratichi uno sport dovraiiscriverlo in una struttura privata che ti costerà tra i €150 e i€200 all'anno. Questo implica che dovrai accompagnare tuo figlioper portarlo a partite o altri eventi.

Comunque, anche se non compaiono nel curriculum scolastico, lenumerose associazioni sportive organizzano diverse attività (p.es.Écoles Municipales de Sport), soprattutto sportive ma anchericreative. Le quote d'iscrizione sono minime e le attività sisvolgono dopo l'orario scolastico. Alcune di queste organizzazionivendono anche attrezzature sportive di seconda mano. Un'altra peccadel sistema scolastico francese è che fa uno scarso uso di computere nuove tecnologie.

Il lato positivo è che i bambiniapprendono la calligrafia (quella francese potrebbe essere moltodiversa da quella a cui i tuoi figli sono abituati), la grammatica(ogni bambino conosce la differenza tra un complemento diretto e unoindiretto!), filosofia ed etica, civiltà e conservazionedell'ambiente. In più , invece delle attività extra curriculari,sono stati istituiti dei “gruppi avventurieri” alle elementari eun'idea squisitamente francese: la “settimana della degustazione”ad Ottobre in cui i piccoli francesi vengono iniziati al mondo del“bon goût”!

 Strutturadel sistema scolastico francese

La struttura del sistemascolastico francese è diverso dai sistemi: britannico estatunitense. In effetti, è quasi l'opposto del sistemastatunitense. Nota che il numero di classi nelle scuole statalifrancesi differisce considerevolmente dai sistemi: statunitense ebritannico. Il sistema francese è quasi l'esatto contrario delsistema statunitense. Invece di contare da 1 a 12 i francesi inizianocon l'11ª classe (grado) all'età di 6 anni e finiscono la primaclasse, seguita dalla classe terminale, cioèl'ultimo anno della scuola superiore secondaria (lycée) ai 17o ai 18 anni. Se gli studenti vengono bocciati alla scuolasecondaria, spesso gli viene fatto ripetere l'anno (redoubler),anche se ciò è raramente il caso delle scuole materne e primariegrazie all'introduzione di un sistema di cicli più flessibili.

Se hai preso la decisione dimandare tuo figlio in una scuola statale, devi attenerti a questadecisione per almeno un anno per potergli dare una valutazioneimparziale. Potrebbe essere necessario così tanto tempo affinchè unbambino si adatti a una nuova lingua, a un cambio contestuale e a undifferente piano di studi. Le scuole statali hanno speciali sezionidi educazione (sections d’education spéciale/SES) perbambini con difficoltà di apprendimento dovute a problemipsicologici, emozionali o comportamentali o per alunni conun'apprendimento lento. Coloro che hanno difficoltà con illinguaggio, possono avvalersi di un orthophoniste, unospecialista che tratta tutti i tipi di problemi di pronuncia e dilinguaggio. Se hai bisogno di cambiare scuola a tuo figlio, deviottenere un certificat de radiation da parte della scuolaattuale.

 Iscrizione

Gli alunni sono obbligati a frequentare istituti situati a non piùdi una certa distanza dal luogo in cui vivono, quindi se hai qualchepreferenza rispetto all'istituto che tuo figlio frequenterà, cercauna sistemazione nei paraggi ( anche se l'assegnazione degli istitutiai territori cambia periodicamente).

È possibile fare una richiesta (dérogation) perchè tuofiglio frequenti una scuola diversa da quella che gli è stataassegnata, ma devi fornire delle valide motivazioni (hai un altrofiglio che frequenta un altro istituto) affinché la tua richiestavenga accettata. Il trasferimento dev'essere approvato dai directeurs di entrambe le scuole.

Puoi trovare informazioni utili sugli istituti di una zona inparticolare presso lo sportello d'informazione scolastica (servicedes écoles) presente in ogni municipio. Se preferisci sistemarela questione “scuola” prima di trasferirti, puoi scrivereall'Inspecteur d’Académie del département in cuiandrai a vivere, specificando l'età del bambino, le esperienzescolastiche precedenti e il suo livello di francese.

Per iscrivere tuo figlio presso una scuola francese dovraicompilare un documento d'iscrizione (dossier d’inscription)presso il tuo municipio (per le scuole elementari) o presso ilrectorat (per la scuola secondaria) e fornire la seguentedocumentazione. In seguito ti verrà rilasciato un modulo che dovraiconsegnare presso la scuola.

  • Il certificato di nascita o il passaporto di tuo figlio, con traduzione giurata al francese (se necessario). Se tuo figlio è nato in Francia, devi presentare anche il tuo stato di famiglia (livret de famille) o il certificato di nascita (extrait de l’acte de naissance).
  • Prova d'immunizzazione. In Francia, i vaccini devono essere documentati in un libretto sanitario (carnet de santé), che viene rilasciato ai genitori alla nascita del bambino. Quando arriverai in Francia, ti verrà rilasciato un carnet de santé dal tuo mairie per tutti i tuoi figli in età scolastica.
  • Prova di residenza: bollette della corrente o del telefono. Se non sei in possesso di bollette intestate a te, puoi utilizzare una ricevuta d'affitto, leasing o la prova che possiedi una proprietà (attestation d’acquisition).
  • Se tuo figlio arriva da un'altra scuola francese, gli verrà consegnato un certificat de radiation dall'istituto precedente.
  • Prova d'assicurazione.

 Orario scolastico

Molte scuole pubbliche hanno adottato la settimana di quattrogiorni (semaine de quatre jours), in cui il mercoledì èlibero (un'usanza che risale a quasi 100 anni fa, all'epoca dellaseparazione tra stato e chiesa, quando fu stabilito che i genitorifossero i responsabili dell'educazione religiosa dei figli e ilmercoledì era il giorno preposto a questo scopo) e le ore di lezionein meno dovute al fatto che anche il sabato è libero vengonocompensate con periodi di vacanza più corti (opzione moltoapprezzata dai genitori), anche se la maggior parte dei collègesimpartiscono a lezioni anche il mercoledì.

I cambiamenti sono ufficiali, anche se in alcuni départementssi tengono ancora lezioniil sabato mattina, alleelementari, mentre nella zona di parigi l'orario scolastico ècambiato a una settimana di cinque giorni nel 2002. Contatta ildipartimento dedicato all'istruzione o il comune che ti sono statiassegnati per avere più informazioni al riguardo.

L'orario scolastico varia. L'orario degli asili va dalle08.30/09.00 alle 11.30/12.00 e dalle 13.30/14.00 alle 16.30 circa.Sia la mattina sia il pomeriggio è previsto un intervallo di 15minuti circa. Per quanto riguarda le elementari, la settimanascolastica è di 26 ore e le lezioni di solito vanno dalle 08.30 alle11.30 e dalle 13.30 alle 16.30. Le scuole secondarie hanno il piùalto carico orario. In un collège, gli studenti frequentanola scuola 27 o 28 ore alla settimana, mentre in un lycée da30 a 36 ore (a seconda del tipo di lycée). L'orario di unlycée di solito vadalle 08.00 alle 12.00 e dalle14.00 alle 17.00, sebbene inalcuni istituti iniziano alle 09.00 e finiscono alle 18.00. Sia alcollège sia al lycée, gli alunni sono obbligati arimanere a scuola anche se non hanno lezione.

La maggior parte delle scuole hanno un bus (gratuito), che va aprendere i bambini dalle regioni periferiche e li riaccompagna a casaalla fine della giornata. A causa del percorso in più tappe, questospesso grava in modo considerevole sulla giornata scolastica (anchese i bambini si divertono durante il tragitto ed è un buon moto perloro per stabilire amicizie). Molti genitori preferisconoaccompagnare e andare a riprendere da scuola i loro figlipersonalmente o accompagnarli a scuola e permettergli di tornare acasa con il bus. Le scuole statali e le comunità di solitoforniscono un servizio di doposcuola (garderie) per le madriche lavorano, sebbene molte madri che lavorano cercano di avere ilgiorno libero il mercoledì per poter trascorrere del tempo con ipropri figli.

Vacanze

Gli studenti francesi godono del periodo di vacanze più lungo(vacances scolaires) al mondo (117 weekend e feste nazionaliescluse). In media, frequentano le lezioni 160 giorni all'anno, daSettembre fino a Giugno inoltrato, ma in compenso il carico di lavoroè abbastanza gravoso. Le vacanze invernali e primaverili cambiano dacittà a città secondo un sistema organizzato per zone perpermettere alle zone in cui vi sono varie stazioni sciistiche digestire l'arrivo di gruppi di bambini. L'inizio e la fine deitrimestri possono variare a seconda delle circostanze. L'annoscolastico è composto da cinque trimestri, ognuno della durata mediadi sette settimane.

Le scuole rimangono chiuse anche durante le feste nazionali. Lefeste nazionali vengono cumunicate dalle scuole e dalle comunitàlocali con largo anticipo, permettendo così ai genitori dipianificare le loro vacanze. Di solito agli studenti è permessoassentarsi dalle lezioni solo per visite mediche o dentistiche e solose gli insegnanti sono avvisati per tempo.

Alle elementari è sufficiente scrivere una nota all'insegnante,mentre alle superiori l'insegnante deve compilare un modulo ufficialeper le assenze che viene poi consegnato alla direzione scolastica.Per le assenze della durata superiore ai due giorni è necessariopresentare un certificato medico. Se tuo figlio dovesse aver bisognodi cure mediche urgenti durante l'orario scolastico, dovrai firmareun'autorizzazione così come per le gite scolastiche.

Il governo dà istruzioni riguardo l'iscrizione di studentidurante l'ultimo bimestre dell'anno. Queste norme valgono per glistudenti degli istituti professionali, maggiori di 16 anni, ma glistudenti dai 14 ai 15 anni possono richiedere un permesso per potersvolgere attività lavorative “leggere” durante le vacanzeestive.

Spese

L'istruzione è gratuita in Francia, ma il materiale dicartoleria, i libri e le unifirmi devono essere comprati dallefamiglie. Vi sono altre cose fornite dalle scuole nell'educazioneprimaria (dai 6 agli 11 anni) e nei collèges (dai 12 ai 15),anche se la spesa per alcuni libri di testo è ancora a carico dellefamiglie. Nel caso degli studenti dei lycée igenitori si fanno carico delle spese per tutto il materialescolastico. Per gli studenti delle superiori è necessariopresentare alcune foto formato passaporto.

Queste spese potrebbero risultare particolarmente gravose per lefamiglie con basso reddito, anche se c'è la possibilità di faredomanda per delle borse di studio. Le domande devono esserepresentate entro la fine di Marzo per l'anno scolastico successivo. Èanche possibile comprare libri di testo di seconda mano all'iniziodell'anno (bourse aux livres).

Gli alunni delle elementari devono essere dotati dei seguentiarticoli:

  • Zainetto scolastico.
  • Astuccio, matite, pennarelli, articoli di cartoreria vari.
  • Scarpe da ginnastica, un asciugamano e pantaloncini.
  • Sacca sportiva.

Ricorda che gli studenti trasportano una discreta quantità dilibri ogni giorno per poter fare i compiti; assicurati quindi che tuofiglio trasporti il suo materiale in maniera sicura e non dannosa. Alcune scuole dispongono di armadietti ma spesso non sono sufficientia soddisfare i bisogni di tutti gli alunni e in alcuni casi vengonoscassinati.

In alcuni casi le scuole consegnano una lista in cui vieneelencato il materiale necessario per l'anno scolastico (liste desfournitures de rentrée), della lunghezza di tre fogli A4, allafine o all'inizio dell'anno.

Tieni presente, però, che alcuni articoli sono opzionali; se seiin dubbio aspetta l'inizio delle lezioni per verificare quello cheeffettivamente è necessario. Non dimenticare di mettere etichettecon il nome dei tuoi figli su borse, zaini e altro materiale.

All'asilo, i bambini portano una merenda da casa, ma per quantoriguarda il pranzo possono o tornare a casa o mangiare alla mensascolastica dove un pasto costa circa €1.50 e deve essere pagato conun mese d'anticipo. Il costo di un pasto in una mensa varia a secondadella zona, il reddito dei genitori e la distanza tra la casa e lascuola. La spesa per il pranzo nell'istruzione secondaria è di circa€100 a bimestre. Gli studenti che pranzano a scuola vengonochiamati demi-pensionaires, quelli che mangiano a casa propriaexternes. Il pranzo al sacco non è molto comune e in alcuniistituti è addirittura proibito.

Gli studenti devono mangiare tutto quello che gli viene dato inmensa che consta di cinque portate (anche vino per gli insegnanti) epuò durare fino a due ore.

Ad eccezione di poche scuole esclusive, non si usano uniformianche se vi possono essere alcune regole che tutti gli alunni sonotenuti a seguire per quanto riguarda l'abbigliamento. Di recente si èdiscusso sulla possibile introduzione delle uniformi scolastiche perevitare alle famiglie spese inutili. In alcune zone sono molto comunii furti di vestiti firmati quindi gli alunni tendono a non indossarevestiti costosi. Agli studenti non è permesso indossare nessun tipodi simbolo religioso come crocefissi o foulards.

Ulteriori letture

Quest'articolo è stato d'aiuto?

Vuoi mandarci commenti, suggerimenti o domande su questo tema? Scrivici qui: